Coronavirus: dimessi 57 pazienti dallo Spallanzani, negativi al test

0
10
Coronavirus-novità

Con il bollettino di oggi, 14 febbraio, arrivano buone notizie dallo Spallanzani per quanto riguarda la situazione dei pazienti ricoverati per sospetto contagio da Coronavirus. Quello che si legge in via ufficiale è infatti che sono in tutto 66 le persone che sono state sottoposte al test per il nuovo virus che sta scatenando il panico in Cina e in qualche modo anche nel nostro Paese. Da quando infatti la prima coppia di cinesi è risultata positiva al Coronavirus, anche in Italia sono cresciute le preoccupazioni ma è bene ricordare che da noi la situazione è assolutamente sotto controllo.

Dal bollettino di oggi, 14 febbraio, dello Spallanzani emerge dunque che 66 pazienti sono stati sottoposti al test e 57 di essi sono risultati negativi e sono quindi stati dimessi. Altri 5 pazienti sono ancora in attesa dei risultati e quindi rimangono ad oggi ancora ricoverati presso la struttura ospedaliera per le malattie infettive, mentre un altro paziente è ricoverato per altri motivi clinici che nulla hanno a che vedere con il Coronavirus.

I casi confermati di pazienti contagiati e attualmente ancora ricoverati presso lo Spallanzani quindi rimangono sempre gli stessi 3: i due cinesi che sono attualmente in terapia intensiva e il ragazzo italiano arrivato da Wuhan e ricoverato presso la struttura da una settimana. La situazione sembra dunque sotto controllo e non ci sono nuovi casi di contagio ma al contrario, i pazienti che sono stati sottoposti ai test sono risultati tutti negativi. Una buona notizia, che dovrebbe farci stare tutti un po’ più tranquilli.

Le condizioni della coppia di cinesi

In merito alle condizioni della coppia di cinesi che ormai è ricoverata allo Spallanzani da diverse settimane non si hanno molte informazioni ufficiali. Quello che sappiamo ad oggi è che le loro condizioni sono stabili: non ci sono stati nè peggioramenti nè miglioramenti a quanto pare. I due sono ancora ricoverati nel reparto di terapia intensiva e stanno continuando a seguire le cure previste.

Il fatto che non ci siano miglioramenti non è proprio rassicurante, ma non c’è motivo di allarmarsi dato che le loro condizioni risultano comunque stabili. I due cinesi sembrano rispondere quindi bene alle cure e potrebbe essere solo questione di tempo per la loro guarigione definitiva. Per ora i medici non si sbilanciano più di tanto e la loro prognosi rimane riservata.

Le condizioni dell’italiano ricoverato allo Spallanzani

Decisamente buone sono le condizioni dell’italiano ricoverato allo Spallanzani dal 7 febbraio scorso, quando è stato accertato il contagio. Il ragazzo è ancora privo di sintomi e non presenta febbre, quindi le sue condizioni di salute sono ottimali e non c’è stato alcun peggioramento. Naturalmente in via precauzionale, fino a quando rimarrà positivo al test non sarà dimesso ma dovrà continuare il suo periodo di degenza presso la struttura ospedaliera. Tuttavia, il rischio sembra ormai essere scampato e le sue condizioni di salute sembrano far sperare per il meglio. Un peggioramento non può ancora essere escluso, ma risulta comunque del tutto asintomatico e questo è senza dubbio un buon segno. Quello che ci si augura è che anche gli ultimi pazienti sottoposti al test siano negativi.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here