Alla scoperta dei Musei Vaticani, come arrivare e cosa vedere

0
18

I Musei Vaticani furono fondati da Papa Giulio II nel XVI secolo, sono considerati tra le raccolte d’arte più grandi del mondo poiché ospitano diversi opere importanti come la Cappella Sistina e gli affreschi di Raffaello e Michelangelo.

Ogni anno, sono più di sei milioni i turisti che visitano i Musei, affascinati dalla storia e dall’arte che è possibile ammirare al suo interno e che rappresenta diverse correnti artistiche: l’arte antica, l’arte medioevale, l’arte rinascimentale e l’arte contemporanea.

Se avete deciso di visitare i Musei Vaticani vi interesserà sapere come arrivarci e cosa vedere, di seguito alcune informazioni utili che vi faciliteranno l’organizzazione per un tour alla scoperta delle meravigliose opere d’arte presenti all’interno.

Cosa vedere in un giorno

I Musei Vaticani ha un numero elevato di opere al suo interno, la più spettacolare è la Cappella Sistina, ma da vedere è anche la Pinacoteca e per gli amanti delle carrozze e delle principesse, è imperdibile la tappa al Museo delle Carrozze.

Una delle sale più belle è quella delle Carte Geografiche, si tratta di un corridoio di 120 metri e largo 6 metri affrescato con 40 carte geografiche realizzate da Ignazio Danti sotto richiesta di Papa Gregorio XIII tra il 1581 e il 1583.

La visita ai Musei Vaticani dura circa 3 ore, a cui si aggiunge il tempo per visitare il Vaticano e la Basilica di San Pietro, è possibile acquistare un biglietto cumulativo per vedere il tutto.

Molto interessante è la possibilità di visitare i Musei Vaticani e la Cappella Sistina la sera, questa è destinata a piccoli gruppi e permette di ammirare tutte le bellezze presenti all’interno tra cui i capolavori di Raffaelo, di Michelangelo e gli affreschi di Botticelli.

Orari e giorni di apertura dei Musei Vaticani

I Musei Vaticani sono aperti dalle 9:00 alle 18:00 dal lunedì al venerdì, l’ultimo ingresso è previsto alle 16:00 e l’uscita mezz’ora prima della chiusura. È possibile accedere anche l’ultima domenica del mese dalle 9 alle 14, mentre l’ingresso è gratuito per i bambini sotto i 6 anni, per le persone disabiliti al 74%, per i donatori di opere, nella giornata mondiale del turismo e per i docenti universitari di storia, architettura ed etnologia e archeologia.

Cosa aspettarsi prima dell’entrata

Prima di entrare ai Musei Vaticani bisogna fare una lunga coda, per questo motivo consigliamo di fare il biglietto molto prima, oppure, di acquistarlo online.

L’ingresso ai Musei Vaticani è ammesso solo se si entra con un abbigliamento decorso, borse, zaini e altri oggetti vanno depositati nel guardaroba; sono vietati gli ombrelli, i bastoni, le videocamere e le aste, tranne quelle delle guide turistiche.

Non si possono portare armi e materiali pericolosi, non è possibile introdurre cibo o bevande; si possono fotografare le opere ma senza flash, ad eccezione della Cappella Sistina.

È vietato fumare. Non sono ammessi animali a parte i cani guida per i non vedenti ma con apposito guinzaglio e museruola.

Consigli utili

Per un rapido tour all’interno dei Musei Vaticani non si impiegano meno di tre ore, per cui se si ha intenzione di visitarlo approfonditamente consigliamo di preparare prima l’itinerario che si vuole seguire e recarsi con largo anticipo all’entrata, in modo da avere a disposizione maggiore tempo.

È importante rispettare tutte le regole per l’accesso al fine di evitare di essere bloccati poco prima dell’entrata ai Musei Vaticani.

Se si vuole conoscere dettagliatamente la storia delle opere d’arte esposte è preferibile affidarsi a una guida turistica, in questo caso dovrete contattarla con anticipo in modo da potervi mettere d’accordo sul giorno e sulle ore in cui dovrà guidarvi all’interno degli edifici.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here